Il fotoringiovanimento consiste in una serie di trattamenti volti a migliorare l’aspetto generale del viso utilizzando gli effetti biologici indotti sulla cute da una luce LASER o IPL (Intense Pulsed Light).

La luce penetra attraverso la cute ed è assorbita dalle anomale dilatazioni dei vasi sanguigni, che quindi si chiudono, e dalle macchie che, dapprima tendono a scurirsi, poi, nei giorni successivi, in seguito ad un fine processo di desquamazione, vengono eliminate.

Anche i solchi e le rughe superficiali per effetto termico sui fibroblasti, tendono a migliorare notevolmente.

Il risultato finale è una pelle più tonica e levigata, con un aspetto più pulito e luminoso grazie alla scomparsa o alla attenuazione delle rughe superficiali, dei pori dilatati, dei capillari e delle macchie.

La durata media del trattamento varia da 15 a 45 minuti e generalmente il paziente può riprendere le sue normali attività immediatamente dopo la procedura.

Per avere dei risultati ottimali sono necessari normalmente da cinque a sei sedute da praticarsi ogni 15-21 giorni, ma, in molti pazienti, i primi miglioramenti sono visibili già dopo la prima.

Gli effetti collaterali sono molto rari.

Immediatamente dopo il trattamento, la cute può essere un po arrossata e le macchie brune possono apparire quasi nere.

In rari casi può verificarsi un temporaneo gonfiore che tende a scomparire in breve tempo.

Alcune settimane prima e dopo il trattamento deve essere limitata l’esposizione alla luce solare.

 

 

Chiama il dott. Fama per una visita gratuita